Ermal Meta e Fabrizio Moro – Non mi avete fatto niente

A dalhoz kattints ide!

Ermal Meta e Fabrizio Moro – Non mi avete fatto niente

Al Cairo non lo sanno che ore sono adesso
E il sole sulla Rambla oggi non è lo stesso
In Francia c’è un concerto
la gente si diverte
Qualcuno canta forte
Qualcuno grida morte
A Londra piove sempre ma oggi non fa male
il cielo non fa sconti neanche a un funerale
A Nizza il mare è rosso di fuochi e di vergogna,
di gente sull’asfalto e sangue nella fogna

E questo corpo enorme che noi chiamiamo Terra
Ferito nei suoi organi dall’Asia all’Inghilterra
galassie di persone disperse nello spazio
ma quello più importante è lo spazio di un abbraccio
di madri senza figli, di figli senza padri
di volti illuminati come muri senza quadri
minuti di silenzio spezzati da una voce
Non mi avete fatto niente

Non mi avete fatto niente
Non mi avete tolto niente
Questa è la mia vita che va avanti
oltre tutto, oltre la gente
Non mi avete fatto niente
Non avete avuto niente
Perché tutto va oltre le vostre inutili guerre

C’è chi si fa la croce
e chi prega sui tappeti
le chiese e le moschee
L’Imam e tutti i preti
ingressi separati della stessa casa
miliardi di persone che sperano in qualcosa

Braccia senza mani
facce senza nomi
scambiamoci la pelle
in fondo siamo umani 
perché la nostra vita non è un punto di vista
e non esiste bomba pacifista

Non mi avete fatto niente
Non mi avete tolto niente
Questa è la mia vita che va avanti
Oltre tutto, oltre la gente
Non mi avete fatto niente
Non avete avuto niente
Perché tutto va oltre le vostre inutili guerre

Le vostre inutili guerre

Cadranno i grattacieli
e le metropolitane
i muri di contrasto alzati per il pane
ma contro ogni terrore che ostacola il cammino
il mondo si rialza
Col sorriso di un bambino

Col sorriso di un bambino
Col sorriso di un bambino

Non mi avete fatto niente
Non avete avuto niente
Perché tutto va oltre le vostre inutili guerre

Non mi avete fatto niente
Le vostre inutili guerre
Non mi avete tolto niente
Le vostre inutili guerre
Non mi avete fatto niente
Le vostre inutili guerre
Non avete avuto niente
Le vostre inutili guerre

Sono consapevole che tutto più non torna
La felicità volava
Come vola via una bolla

Kösd össze a dalsorokat a magyar megfelelőjükkel! A megoldókulcsot a szótár alatt találod!

1. al Cairo non lo sanno che ore sono adesso a. nem vettetek el tőlem semmit
2. qualcuno canta forte b. van, aki keresztet vet 
3. a Londra piove sempre ma oggi non fa male c. tudom, hogy az egész többé nem tér vissza
4. non mi avete fatto niente d. valaki hangosan énekel
5. non mi avete tolto niente e. cseréljünk bőrt
6. questa è la mia vita che va avanti f. mert az életünk nem egy nézőpont
7. c’è chi si fa la croce g. nem okoztatok semmi kárt nekem
8. scambiamoci la pelle h. Kairóban nem tudják, mennyi most az idő
9. in fondo siamo umani i. a világ újra feláll
10. perché la nostra vita non è un punto di vista j. Londonban esik mindig, de ma nem fáj 
11. il mondo si rialza k. alapjában véve emberek vagyunk
12. sono consapevole che tutto più non torna l. az az én életem, ami megy tovább

 

VOCABOLARIO:
gridare – kiáltani
fare sconti – engedményeket tenni
(il) funerale – temetés
vergogna – szégyen
fogna – csatorna
enorme – hatalmas
ferito – sebesült, megsebesített
organo – szerv
disperso – szétszórt
(lo) spazio – itt: világűr és űr
abbraccio – ölelés
illuminato – kivilágított, fénybe borult
spezzato – megtört
oltre qc – vmin túl
inutile – haszontalan
guerra – háború
tappeto – szőnyeg
moschea – mecset
separato – különálló, elválasztott
scambiarsi – kicserélni
in fondo – mélyen, alapjában véve
umano – ember
punto di vista – szemszög, szempont
pacifista – békepárti, békére törekvő
grattacielo – felhőkarcoló
ostacolare – akadályozni
essere consapevole di qc – vminek a tudatában lenni
bolla – buborék

Megoldókulcs: 1-h; 2-d; 3-j; 4-g; 5-a; 6-l; 7-b; 8-e; 9-k; 10-f; 11-i;